martedì 15 aprile 2008

Vergognati Italia.

Premessa: Va ricordato che chi scrive non è di destra nè di sinistra e giudica questi movimenti obsoleti rispetto alle reali esigenze dell'italia moderna.
Non ho parlato di elezioni fino ad oggi, ho accuratamente evitato ogni sondaggio ed exit poll in attesa dei risultati definitivi per potermi esprimere su dati concreti e non su fantasie.Ebbene a guardare come sono andate le cose non ho nulla da rimpiangere perchè non mi sono sentito rappresentato da nessun partito, non penso di aver vinto o perso, non guardo il singolo ma il popolo nel suo insieme.
Il popolo ha scelto Berlusconi credendo realmente alle sue parole, consegnando il futuro (più che mai incerto) ad un anziano signore di 71 anni che spacciandosi per nuovo si ricicla dal '93/94.
Ho incontrato molti (ex)elettori di sinistra che hanno preferito astenersi anzichè votare partiti che non incarnavano più i loro ideali, ma non ho avuto il piacere di trovare UN elettore di destra indignato dalla "sua" fazione.
Certo io non rappresento l'ISTAT ma forse questa piccola osservazione nasconde qualcosa di più grande: nessun elettore di destra ha fatto un pò di autocritica?Realmente l'elettore medio ha pensato che se tutto va male è per colpa dello scorso governo?Possibile che siano tutti così creduloni?Io pensavo di no...però non ho avuto dimostrazione del contrario: nessuno si è ritenuto offeso dai 56 condannati, prescritti, indagati e rinviati a giudizio presenti nel Pdl.
Nessuno è rimasto sconcertato dalle dichiarazioni sulle centrali nucleari (che se costruite come la salerno-reggiocalabria porteranno ad una nuova cernobyl),non credevo possibile sia che l'italiano medio ritenesse opportuno affossare le nuove generazioni votando l'unico partito che nega l'esistenza/emergenza dei precari,sia che qualcuno volesse leggere sui libri di storia "Falcone e Borsellino erano tutt'altro che eroi", dando tale titolo ai mafiosi... ma è stato così, l'italiano medio ha pensato prima alla sua pensione che al futuro di suo figlio.
Ora è tutto pronto per la realizzazione del P2Project
A noi pochi, tristi, disincantati ma informati, non resta che stare a guardare quel che i disinformati hanno creato.
Vi lascio con un bell'articolo sulla vittoria di Berlusconi (by CNN -con i giornali italiani ci si può solo pulire il culo)

  • Segnala questo articolo


Condividi su Meemi



5 commenti:

Anonimo ha detto...

l'italiano ha pensato prima alla sua pensione e poi al futuro di suo figlio,hai perfettamente ragione amico,io ho preferito votare un piccolo partito che essere complice di questi qua!!!!

Francesca ha detto...

Io faccio parte del campione di elettori di cui tu dici di non aver incontrato nessun elemento... tendenzialmente sono di destra, ma è la seconda volta che mi sento costretta ad annullare la scheda e bruciare il mio diritto di voto, perchè nessuno dei candidati presenti mi ispira la benchè minima fiducia o possibilità di rinnovamento. Sempre la solita brodaglia riscaldata, il cui gusto peggiora di anno in anno.

Allo stato brodo ha detto...

@francesca
Fa piacere sapere che c'è ancora gente di destra che sa ragionare col suo cervello!
Grande!

vincenzocostabile ha detto...

CIAO...HAI SCRITTO PROPRIO UN BEL COMMENTO! TI VOLEVO CHIEDERE...CHI è CHE HA DETTO QUELLA FRASE SU FALCONE E BORSELLINO CHE TU HAI VIRGOLETTATO?
PS: MI DISPIACE DIRLO MA GLI ITALIANI SE LO MERITANO UN PRESIDENTE COSì..IO HO VOTATO PD RITENENDOLO IL MALE MINORE, NON PERCHè FOSSI ENTUSIASTA DI VELTRONI. MI AUGURO CHE IL PD RIESCA A FARE UNA BUONA OPPOSIZIONE E CHE DIVENTI UN VERO PARTITO RIFORMISTA E LAICO.

Allo stato brodo ha detto...

@vincenzocostabile
Le mie virgolette sono riferite alle dichiarazioni di Dell'Utri e Berlusconi su Mangano, i due l'hanno definito un EROE per la sua OMERTA'.


I libri di storia ''non rappresentano la storia che abbiamo alle spalle con gli orrori del comunismo" ha ribadito oggi Silvio Berlusconi. Quanto a Mangano, ''non era uno stalliere ma il fattore che ad Arcore stava con tutta la famiglia - ha innanzitutto puntualizzato - Poi ha avuto delle disavventure nella vita che lo hanno messo un po' in mano a una organizzazione criminale ma non ci risulta siano state pronunciate sentenze definitive nei suoi confronti"."Dice bene Dell'Utri - ha aggiunto - perché Mangano fu tenuto in carcere, aggredito da un male, fino a un giorno prima della morte. E i pm si rivolgevano a lui affermando: 'Dì qualcosa contro Berlusconi e ti mandiamo a casa subito. Ma lui non inventò nulla contro di me".


fonte:
http://www.adnkronos.com/