mercoledì 4 febbraio 2009

Utopja


Sarebbe bello, mettendo uno o due euro ciascuno, comprare un'isola e tramutarla in stato indipendente, realizzare Utopja.
Il progetto è semplice da spiegare quanto difficile da realizzare, l'energia andrebbe prodotta con impianti eolici e solari per non dipendere da nessuno stato, ogni persona dovrebbe portare con se tutti i suoi risparmi, conservarli e sfruttarli solo per ottenere cose che, inevitabilmente, mancherebbero all'interno di Utopja.
Non esisterebbero palazzi del potere bensì pubbliche assemblee per ogni decisione, nessuno avrebbe mai tempo d'annoiarsi poichè per nutrirsi servono campi coltivati, pesca, allevamento e quando il lavoro è terminato festa in spiaggia con birra / vino & ganja.
Si potrebbero creare entrate commerciali coltivando un bel pò di canapa, questo attirerebbe sull'isola tutti quei turisti che vogliono solo farsi una canna sulla spiaggia in santa pace.
Ma essendo Utopja un posto speciale i posti per i turisti sarebbero limitati.
Sarebbero TOTALMENTE vietate le "droghe pesanti", al massimo si potrebbe creare un dibattito sull'uso delle foglie di coca masticate alla "vecchia maniera".
Il denaro sarebbe inutile tra i cittadini, tutti aiutano tutti nell'interesse comune.
Una vita alla vecchia maniera, sana, lontana anni luce dal kaos creato nell'ultimo secolo ma questo non significa che non ci sarebbe internet, anzi!Tv satellitare ed internet vanno sempre bene per vedere cosa succede nel mondo.
Se mai qualcuno dovesse fare qualcosa di male verrebbe punito con l'esilio.
Forse vi sarete chiesti perchè ho scritto Utopja ... beh la j sta per free Joint !

1 commento:

lavaligiadicartone ha detto...

Utopja assomiglia tanto all'Olanda :)
tranne per il fatto che sulla spiagia, a parte i 3 mesi estivi, fa troppo freddo per andarci dopo il lavoro e starci a lungo (anche se gli olandesi lo fanno).
Se passi da Amsterdam, fai un fischio, ti porto ad una preview dellútopja :)